Pobeda amplia la flotta con dieci Boeing 737-800 in arrivo da Aeroflot

Aeroflot rilancia il piano di ristrutturazione di flotta e network a livello di gruppo con il trasferimento di dieci Boeing 737-800 dalla propria flotta a quella della divisione low cost, Pobeda. Quest’ultima, al termine dell’esercizio finanziario lo scorso 31 dicembre, contava su una flotta di 34 Boeing 737, di cui quattro 737-800 acquisiti da Rossiya, altro operatore del Gruppo Aeroflot, nel 2020. Oltre agli altri 10 737 trasferiti quest’anno, Pobeda ne prenderà altri 40 da Aeroflot nel 2022-23.

Pobeda aprirà a breve una nuova base sullo scalo di Mosca Sheremetyevo da dove servirà alcune destinazioni precedentemente operate da Aeroflot, ma con una bassa redditività.

La low cost, malgrado la sospensione delle operazioni di volo tra aprile e maggio dell’anno scorso, a causa della pandemia, è riuscita a chiudere il 2020 in positivo, nell’ambito della contabilità internazionale: a fronte di ricavi in calo di quasi il 30%, ha registrato un utile operativo di 3,48 miliardi di Rb (47,5 milioni di dollari) e un utile netto rettificato di 207 milioni di Rb.

Leave a Reply

%d bloggers like this: